LABORATORI BIOLINE - INTEGRATORI PER LO SPORT E LA VITA ATTIVA

Chiusura Ferie Estive dal 5/08 al 20/08. Durante questo periodo non si effettueranno spedizioni

Integratore Ossa - Calcio, Vitamina D3, Magnesio

Azienda: BIOLINE
Prodotto Codice: 158BIOLINE
Disponibilità: Disponibile
Integratore Ossa - Calcio, Vitamina D3, Magnesio
Le immagini dei prodotti sono puramente a scopo illustrativo
€ 9,50 IVA inc. Prezzo Bioline
Formati disponibili

30 compresse masticabili in blister - 9,50 €
Quantità:
  Aggiungi al carrello


OsteoMg è un integratore alimentare a base di Magnesio citrato, Calcio carbonato e Vitamina D3. OsteoMg è utile nelle carenze o aumento del fabbisogno di tali elementi, utili per il sostegno del trofismo osseo.


OsteoMg si presenta in pratiche compresse masticabili al gusto agrumi, edulcorate con Stevia naturale.

I vantaggi di ordinare Integratore Ossa - Calcio, Vitamina D3, Magnesio su produzioneintegratori.it

+ Prodotti originali Materie prime certificate. Produzione 100% Made in Italy
+ Spedizione veloce e sicura entro 48-72 ore con corriere espresso SDA o GLS, a soli 5€
+ Sconti e promozioni Spedizione gratis ordini > 80€
Sconto 2% per ordini > 150€
Sconto 4% per ordini > 200€


OSTEOMG

OsteoMg è un integratore a base di Magnesio citrato, Calcio Carbonato e Vitamina D3 indicato in caso di carenze o aumentato fabbisogno di tali elementi.
OsteoMg si presenta in confezioni da 30 compresse

Informazioni

E’ noto come il tessuto osseo sia un sistema particolarmente dinamico caratterizzato da un elevatissimo turn over cellulare nonché da un dispendio di nutrienti e minerali particolarmente significativo.
In quest’ottica, quindi, la dieta rappresenta un arma preziosa nel mantenimento del benessere scheletrico.
Tuttavia al contrario di quanto si possa credere, condizioni come l’osteopenia o l’osteoporosi, costituiscono al giorno d’oggi patologie ad andamento cronico-degenerativo particolarmente frequenti nella popolazione occidentale, apparentemente ben nutrita.
Entrambe le condizioni infatti, caratterizzate da una ridotta densità ossea e da un sensibile incremento del rischio di fratture patologiche, riconoscono nella comune patogenesi una serie di importanti cambiamenti sia ormonali che omeostatici.
In questo contesto si sta inserendo prepotentemente il controllo dell’equilibrio acido base.
Differenti ricercatori infatti sembrano concordare nel ritenere l’acidosi cronica metabolica, misurabile non solo con la  riduzione delle concentrazioni plasmatiche di carbonati ma anche con la riduzione progressiva delle concentrazioni tissutali di altre basi, come una delle più comuni cause di osteoporosi nella popolazione occidentale.
L’osso infatti, attraverso i suoi minerali come il potassio, i carbonati, il calcio ed i fosfati, costituisce un importante sistema tampone per l’acidosi metabolica.
Diversi lavori dimostrano come il rilascio di calcio dall’osso con la conseguente ipercalciuria possa essere perfettamente proporzionale al carico acido organico.
Alla base di tale fenomeno, di rilevante importanza nella patogenesi delle manifestazioni ossee, vi sarebbe:

  • L’attivazione della componente osteoclastica, impegnata nel riassorbimento attivo dell’osso;
  • La deregolazione dell’espressione genica degli osteoblasti, attivamente impegnati nella neo-deposizione;
  • La persistenza di un ambiente infiammatorio in grado di stimolare l’espressione di geni come NF KB e RANKL direttamente coinvolti nell’osteoclastogenesi e nel riassorbimento osseo;
  • La progressiva riduzione delle concentrazioni plasmatiche di Vitamina D3 con un conseguente iperpartiroidismo, responsabile di un aggravamento del catabolismo osseo;
  • La progressiva perdita di Calcio attraverso le urine, particolarmente intensa nei pazienti con alterata funzionalità renale, e legata al rilascio di Buffer ossei.

Il ruolo della dieta

In linea con queste ipotesi, nonostante ci si allontani un po’ dai modelli sperimentali osservati, la dieta occidentale rappresenterebbe un fattore di rischio conclamato per l’osteoporosi, in quanto naturale fonte  di acidi non direttamente tamponabili dal sistema renale o respiratorio.
Tuttavia l’assenza di studi che dimostrerebbero una riduzione del pH ematico piuttosto che dei livelli sierici di Bicarbonati in presenza di manipolazione dietetiche, hanno permesso all’interessante ipotesi di una acidosi metabolica latente o cronica di avanzare.
La letteratura scientifica in quest’ottica mostra interessantissimi dati, per lo più sperimentali, che sosterebbero l’ipotesi del fattore dietetico come fattore cruciale nello sviluppo dell’osteoporosi nella popolazione occidentale.
Per questo motivo negli ultimi anni sono stati introdotti innovativi marcatori come il carico renale acido degli alimenti (PRAL) o la secrezione netta di acidi organici (NAE) come indici del contributo acido dietetico.

I tamponi dietetici

Sulla base di queste evidenze negli ultimi due decenni sono stati sperimentati ed utilizzati Sali trai quali per l’appunto quelli contenuti nell’integratore OsteoMg come il Calcio Carbonato, il Magnesio Citrato o il Potassio Citrato quali meccanismo di compenso per l’acidosi cronica dietetica.
Interessanti studi a riguardo hanno dimostrato una certa efficacia di questi Sali nel breve termine, nel ridurre transitoriamente i marcatori di turn/over osseo mentre meno confortanti sembrano essere i dati derivati da trial clinici a lungo termine.
Nonostante ciò nell’ampio contesto della prevenzione dell’osteoporosi nelle donne in post-menopausa o nei soggetti anziani, la variazione di alcune abitudini dietetiche sembrerebbe efficace  e sicura anche nel lungo termine, mentre l’integrazione con Sali dovrebbe rappresentare un valido supporto nelle prime fasi di riequlibrio.
Noto e ormai ben caratterizzato è invece l’effetto protettivo della Vitamina D per la salute ossea.
L’aumentato assorbimento intestinale di Calcio, la ridotta escrezione urinaria dello stesso elemento nonché un diretto effetto sul processo di differenziazione cellulare osteoblastica e sulla deposizione di matrice ossea rappresentano alcuni dei principali meccanismi di intervento di questa vitamina.

Precauzioni d’impiego

L’uso di questo integratore non dovrebbe essere inteso come sostituto di una dieta sana ed equilibrata.
La supervisione medica sarebbe invece opportuna in caso di patologie metaboliche e renali.
Secondo alcune evidenze, l’uso prolungato di Sali di Calcio e Vitamina D potrebbe aumentare il rischio di calcificazioni renali e vascolari; pertanto si raccomanda di consultare il proprio medico per l’uso di questo integratore oltre le 2-4 settimane.

Bibliografia

Effect of chronic metabolic acidosis on bone density and bone architecture in vivo in rats.
Gasser JA, Hulter HN, Imboden P, Krapf R.
Am J Physiol Renal Physiol. 2014 Mar 1;306(5):F517-24. doi: 10.1152/ajprenal.00494.2013

Nutritional disturbance in acid-base balance and osteoporosis: a hypothesis that disregards the essential homeostatic role of the kidney.
Bonjour JP.
Br J Nutr. 2013 Oct;110(7):1168-77

Ceglia L, Harris SS, Abrams SA, et al. (2009)
 Potassium bicarbonate attenuates the urinary nitrogen excretion that accompanies an increase in dietary protein and may promote calcium absorption.
J Clin Endocrinol Metab 94, 645–65

Rafferty K & Heaney RP (2008)
Nutrient effects on the calcium economy: emphasizing the potassium controversy.
J Nutr 138, 166S–171S

Macdonald HM, Black AJ, Aucott L, et al. (2008)
Effect of potassium citrate supplementation or increased fruit and vegetable intake on bone metabolism in healthy postmenopausal women: a randomized controlled trial. 
Am J Clin Nutr 88, 465–474

Jehle S, Zanetti A, Muser J, et al. (2006) 
Partial neutralization of the acidogenic Western diet with potassium citrate increases bone mass in postmenopausal women with osteopenia. 
J Am Soc Nephrol 17, 3213–322

 Mardon J, Habauzit V, Trzeciakiewicz A, et al. (2008) 
Long-term intake of a high-protein diet with or without potassium citrate modulates acid–base metabolism, but not bone status, in male rats. 
J Nutr 138, 718–724

Wang L, Manson JE & Sesso HD (2012) 
Calcium intake and risk of cardiovascular disease: a review of prospective studies and randomized clinical trials.
Am J Cardiovasc Drugs 12, 105–11

Osteo Mg compresse masticabili rappresenta una significativa fonte di Calcio, Magnesio, Fosforo e Vitamina D3.

Il Calcio è il minerale più abbondante nel corpo umano, il 99% del quale si trova nelle ossa e nei denti; il Magnesio è il quarto, come quantità, di tutti i minerali presenti nell’organismo, di cui il 50% si trova nelle ossa. Studi compiuti su campioni di pazienti anziani hanno dimostrato che carenze sia di Calcio che di Magnesio sono legate ad una maggior incidenza di osteoporosi.

Inoltre la presenza di Vitamina D3 nella formulazione garantisce l’efficacia di questo prodotto nell’incrementare l’assorbimento intestinale di Calcio e Fosforo a livello duodenale; la Vitamina D3 inoltre stimola l’attività osteoblastica e la conseguente deposizione ossea.

Nell’organismo umano si trovano circa 500 grammi di Fosforo, l’80% dei quali è ubicato nelle ossa. Calcio e Fosforo sono indispensabili elementi costituenti i cristalli di idrossiapatite, la principale componente ossea.

L’intero scheletro di un adulto viene rinnovato completamente in circa 6 anni, Osteo Mg è una fonte significativa di elementi indispensabili per il rimodellamento osseo; particolarmente indicato oltre i 50 anni per entrambi i sessi, idispensabile per le donne in menopausa.

Informazioni nutrizionali   Per una compressa VNR*
Calcio mg 180,2 15%
Magnesio mg 67,3 15%
Fosforo mg 38 -
Colecalciferolo (Vitamina D3) mg 0,025 100%
VNR= Valori nutritivi di riferimento, calcolati in base al REGOLAMENTO (UE) N. 1169/2011

Magnesio citrato, Calcio carbonato, Fruttosio, Calcio Fosfato, Antiaggreganti: Biossido di silice, Magnesio stearato; Edulcorante: Stevia naturale; Colecalciferolo (fibra di acacia, Vitamina D3 2,5%), Aroma naturale: agrumi olio essenziale.

Si consiglia l'assunzione di una compressa di OsteoMg al giorno, da sciogliere in bocca o deglutire.

Non eccedere le dosi consigliate ed evitare l'uso prolungato. Tenere lontano dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Gli integratori di calcio e vitamina D non vanno intesi come sostituti di una dieta variata e di un sano stile di vita.

Fai una domanda su Integratore Ossa - Calcio, Vitamina D3, Magnesio

I nostri esperti rispondo alle tue domande su Integratore Ossa - Calcio, Vitamina D3, Magnesio. Per domande su ordini, spedizioni, pagamenti ecc. clicca qui.

Domanda inviata. Quando la tua domanda verrà approvata riceverai una notifica via email.