LABORATORI BIOLINE - INTEGRATORI PER LO SPORT E LA VITA ATTIVA

Fruttosio in polvere

Azienda: BIOLINE
Prodotto Codice: 35BIOLINE
Disponibilità: Disponibile
Fruttosio in polvere
Le immagini dei prodotti sono puramente a scopo illustrativo
€ 2,90 IVA inc. Prezzo Bioline
Formati disponibili

Quantità:
  Aggiungi al carrello


Fruttosio in polvere è uno zucchero con potere dolcificante superiore al saccarosio (o zucchero da cucina), ma con un indice glicemico nettamente inferiore (22).
Fruttosio in polvere è adatto al comune uso alimentare in sostituzione del saccarosio. Non proviene da fonti animali

I vantaggi di ordinare Fruttosio in polvere su produzioneintegratori.it

+ Prodotti originali Materie prime certificate. Produzione 100% Made in Italy
+ Spedizione veloce e sicura entro 48-72 ore con corriere espresso SDA o GLS, a soli 5€
+ Sconti e promozioni Spedizione gratis ordini > 80€
Sconto 2% per ordini > 150€
Sconto 4% per ordini > 200€
Tags Integratore:


Fruttosio

Informazioni generali

Il fruttosio, comunemente definito zucchero della frutta, è monosaccaride chetonico, strutturalmente e metabolicamente differente dal glucosio, con il quale si combina a formare il saccarosio, altrimenti noto con il nome di zucchero da cucina.
La differente struttura chimica, nonostante la formula bruta risulti identica a quella del glucosio, ne influenza profondamente le caratteristiche metaboliche donandogli :

  • Un elevato potere dolcificante : superiore del 33 % a quello del comune zucchero da cucina;
  • Un basso indice glicemico : circa mezzo rispetto quello del glucosio.

Quest’ultimo punto in particolare rappresenterebbe un importante vantaggio dal punto di vista dietetico, consentendo così un miglior controllo dell’equilibrio ormonale e soprattutto di quello insulinico, particolarmente utile in corso di patologie metaboliche come il diabete.
Tuttavia nonostante la suddetta proprietà, il particolare destino metabolico di questo zucchero, rende il fruttosio un arma a doppio taglio.
Assunto per via orale, viene assorbito al livello intestinale e distribuito prevalentemente al fegato, ed in minima parte al tessuto muscolare scheletrico e cardiaco oltre che a quello adiposo.
In base allo stato nutrizionale del soggetto il fruttosio potrà entrare in differenti vie metaboliche quali :

  • Glicolisi : fornendo intermedi metabolici in grado di aumentare lo stato energetico basale della cellula e predisponendola alla successiva fase;
  • Lipogenesi : l’incremento di Acetil Co-A indotto dal fruttosio, e sostenuto dalla capacità di saltare alcuni meccanismi di regolazione metabolica, costituisce il passo verso la sintesi di acidi grassi e trigliceridi che verranno quindi cosi rilasciati in circolo;
  • Glicogenosintesi : incrementando le riserve epatiche  di glicogeno.

Come in ogni cosa, anche in questo caso, solamente il consumo equilibrato di fruttosio sembra minimizzare gli effetti metabolicamente pericolosi, potenziando invece quelli dietoterapici.

Il duplice ruolo del fruttosio

I numerosissimi studi presenti in letteratura sugli effetti metabolici del fruttosio mostrano come questo zucchero possa giocare il ruolo del cattivo o del salvatore a seconda delle quantità utilizzate.
Dosaggi elevati, generalmente superiori ai 40 gr giornalieri, sono stati infatti associati a :

  • Ipertrigliceridemia e aumento del rischio cardiovascolare, tanto da rappresentare un potenziale target terapeutico per le patologie dislipidemiche;
  • Steatosi epatica e patologie correlate;
  • Incremento ponderale e sovrappeso;
  • Alterato controllo glicemico e metabolico;
  • Insorgenza di patologie cardio-renali.

Al contrario il corretto consumo di fruttosio , che non dovrebbe superare il 10-15% del complessivo introito calorico giornaliero ha garantito :

  • Un miglior controllo della glicemia a digiuno e post-prandiale;
  • Una maggior efficacia dell’attività insulinica;
  • Una più efficace ossidazione dei carboidrati durante la prestazione atletica, migliorando cosi sia il rendimento energetico che la performance;
  • Un miglioramento della fase di recupero post work-out, promuovendo una più efficace glicogeno sintesi.

Fruttosio ed appetito

Già nei tempi più antichi, l’esperienza pratica aveva dimostrato come il consumo di frutta prima dei pasti potesse incrementare l’appetito in pazienti inappetenti, facilitando il consumo di maggiori quantità di alimenti.
La moderna scienza ha abbinato a questa indicazione puramente empirica, una base razionale, strettamente correlata agli effetti metabolici del fruttosio.
Questo zucchero infatti, mantenendo costante la secrezione di insulina e riducendo al contempo quella di leptina, ormoni fondamentali nella regolazione appetito/sazietà agendo su neuroni in grado di secernere sostanze oressigene, aumenta la sensazione di appetito promuovendo un maggior introito calorico ed un conseguente incremento ponderale.

Modalità d'uso

Il fruttosio in polvere, polvere biancastra inodore, può essere utilizzata in sostituzione del saccarosio, rispettando le indicazioni che prevedono il consumo massimo entro il 10-15% del totale introito calorico.

Effetti Collaterali

Ad eccezione dei pazienti affetti da intolleranza al fruttosio, non è possibile definire degli effetti collaterali replicabili legati al consumo di fruttosio.
Dalla letteratura emerge come siano le quantità complessivamente utilizzate di questo zucchero a determinarne gli effetti collaterali precedentemente descritti, quindi vale sicuramente l’ipotesi generale che è la dose a fare il veleno.
Questi prodotti non devono essere intesi come sostituiti di una dieta varia ed equilibrata.


Articolo a cura del Dr. Davide Racaniello

Studi - Bibliografia

Int J Nephrol. 2011;2011:315879. Epub 2011 Jul 17.
The impact of fructose on renal function and blood pressure.
Kretowicz M, Johnson RJ, Ishimoto T, Nakagawa T, Manitius J.

Metabolism. 2011 May 27. [Epub ahead of print]
The effect of two energy-restricted diets, a low-fructose diet versus a moderate natural fructose diet, on weight loss and metabolic syndrome parameters: a randomized controlled trial.
Madero M, Arriaga JC, Jalal D, Rivard C, McFann K, Pérez-Méndez O, Vázquez A, Ruiz A, Lanaspa MA,Jimenez CR, Johnson RJ, Lozada LG.

Exploring near and midinfrared spectroscopy to predict trace iron and zinc contents in powdered milk.
Wu D, He Y, Shi J, Feng S.
J Agric Food Chem. 2009 Mar 11;57(5):1697-704.

Lipids Health Dis. 2011 Jan 24;10:20.
Fructose impairs glucose-induced hepatic triglyceride synthesis.
Huang D, Dhawan T, Young S, Yong WH, Boros LG, Heaney AP.

The effect of fructose on renal biology and disease.
Johnson RJ, Sanchez-Lozada LG, Nakagawa T.
J Am Soc Nephrol. 2010 Dec;21(12):2036-9. Epub 2010 Nov 29. Review

Fructose induced lipogenesis: from sugar to fat to insulin resistance.
Samuel VT.
Trends Endocrinol Metab. 2011 Feb;22(2):60-5. Epub 2010 Nov 9. Review

Fructose and cardiometabolic disorders: the controversy will, and must, continue.
Wiernsperger N, Geloen A, Rapin JR.
Clinics (Sao Paulo). 2010 Jul;65(7):729-38. Review.

Fructose and cardiometabolic disorders: the controversy will, and must, continue.
Wiernsperger N, Geloen A, Rapin JR.
Clinics (Sao Paulo). 2010 Jul;65(7):729-38. Review.

J Diabetes Sci Technol. 2010 Jul 1;4(4):1003-7.
Fructose: pure, white, and deadly? Fructose, by any other name, is a health hazard.
Bray GA.

Nutrition. 2010 Nov-Dec;26(11-12):1044-9. Epub 2010 May 14.
Fructose and metabolic diseases: new findings, new questions. Tappy L, Lê KA, Tran C, Paquot N.

Esistono evidenze scientifiche secondo le quali l'assunzione di fruttosio in sostituzione dello zucchero da tavola (saccarosio) può risultare utile per:

  • prevenire la carie dentale;
  • ridurre l'apporto di calorie e zuccheri semplici, diminuendo il rischio di sviluppare sovrappeso, obesità e condizioni correlate (incluso il diabete);
  • mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue, senza picchi glicemici ed insulinemici; tale effetto risulta particolarmente utile in presenza di insulino-resistenza e diabete conclamato;
  • si consiglia di contenere comunque l'apporto quotidiano complessivo di fruttosio a non più di 40 g al giorno, onde evitare il vanificarsi dei suddetti effetti positivi in ottica salutistica
Analisi Media   Per 100g Per Misurino
Valore energetico Kj 1700 76,5
KCal 400 18
Grassi g 0 0
    di cui saturi g 0 0
Carboidrati g 100 4,5
    di cui zuccheri g 100 4,5
Fibre g 0 0
Proteine g 0 0
Sale mg 0 0
Il misurino allegato contiene 4,5 grammi di fruttosio
Frutttosio
Fruttosio in polvere è adatto al comune uso alimentare in sostituzione del saccarosio.
E' molto utilizzato anche nella produzione di gelati
Consulta una selezione di ricette con fruttosio
Il fruttosio in polvere teme la luce e l'umidità. Chiudere il barattolo immediatamente dopo l'uso.
Accedi alla pagina certificazioni per visualizzare le informazioni relative alle materie prime utilizzate nei nostri integratori

Fai una domanda su Fruttosio in polvere

I nostri esperti rispondo alle tue domande su Fruttosio in polvere. Per domande su ordini, spedizioni, pagamenti ecc. clicca qui.

Domanda inviata. Quando la tua domanda verrà approvata riceverai una notifica via email.

Indice Risposte

Risposte alle voste domande su Fruttosio in polvere

Origine Fruttosio

09/12/2014 18:06

buon giorno volevo sapere lesatta origine del vostro fruttosio e cioe se arriva dalla frutta o dal mais e di che materia prima si tratta grazie.

Buongiorno, il fruttosio deriva dall'idrolisi dell'amido di mais in glucosio e trasformazione enzimatica di quest'ultimo in fruttosio. La scheda della materia prima utilizzata è disponibile all'indirizzo: http://www.produzioneintegratori.it/certificazioni/fruttosio.pdf Cordiali saluti