Ascorbato di sodio in polvere
LABORATORI BIOLINE - INTEGRATORI PER LO SPORT E LA VITA ATTIVA

Ascorbato di sodio in polvere

Azienda: BIOLINE
Prodotto Codice: 69BIOLINE
Disponibilità: Disponibile
Ascorbato di sodio in polvere
€ 6,00 IVA inc. Prezzo Bioline
Formati disponibili

Quantità:
  Aggiungi al carrello


ProForma Ascorbato di Sodio 100% è un integratore alimentare di ascorbato di Sodio (vitamina C) in polvere, indicato in tutti i casi in cui si ritiene necessario aumentare la quantità di tale vitamina per le proprietà antiossidanti. L'ascorbato di sodio è meno acido rispetto all'acido ascorbico puro, anche al gusto. La minore acidità di questo prodotto può diminuire i disturbi che alcune persone sensibili lamentano a livello gastrico dopo assunzione di acido ascorbico puro. Qualità Bioline: in tutte le confezioni, l'ascorbato di sodio è suddiviso in pratiche bustine a tenuta ermetica da 50 grammi, dove viene protetto dai naturali processi di foto-ossidazione e dall'umidità ambientale. Si evita così la perdita di attività biologica della vitamina C dovuta alla continua apertura del barattolo durante l'uso.
+ Prodotti originali Materie prime certificate. Produzione 100% Made in Italy
+ Spedizione veloce e sicura entro 24/48 ore con corriere espresso SDA o GLS, a soli 6€
+ Sconti e promozioni Spedizione gratis ordini > 100€
Sconto 2% per ordini > 150€
Sconto 4% per ordini > 200€
Sconto 6% per ordini > 250€


Vitamina C

Ruolo biologico

La vitamina C, chimicamente definita acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l'uomo vista l'impossibilità di sintetizzarla endogenamente.
Nonostante la riduzione progressiva della qualità alimentare minimizzi il contenuto di minerali e vitamine dei vari cibi, compromettendone sensibilmente l'aspetto nutrizionale, la vitamina C è presente in moltissimi alimenti di natura vegetale che vanno dalla frutta come kiwi e agrumi alle verdure a foglia verde a peperoni e pomodori, permettendo quindi di soddisfare il fabbisogno di individui adulti stimato intorno ai 60 – 90 mg giornalieri.
L'importanza di questa vitamina nell'economia cellulare e organica è da ricondurre al suo ruolo biologico al quanto eclettico e utile a :

  • Mediare la sintesi di collagene, principale proteina della matrice extracellulare necessaria alla strutturazione di ossa, legamenti, tendini e vasi sanguigni;
  • Partecipare alla sintesi di neurotrasmettitori fondamentali come le catecolammine;
  • Sostenere la sintesi di molecole fondamentali all'assorbimento e al metabolismo lipidico quali acidi biliari e carnitina;
  • Migliorare l'assorbimento intestinale di ferro;
  • Espletare l'effetto antiossidante diretto, proteggendo le varie strutture cellulari dall'insulto ossidativo;
  • Contribuire alla rigenerazione di Vitamina E, fondamentale sostanza ad attività antiossidante.

Tutte le suddette proprietà sono state utilizzate a scopo terapeutico nella prevenzione e nel trattamento coadiuvante di patologie cardiovascolari, neurodegenerative, metaboliche e tumorali.
Seppur non ancora chiarito il meccanismo specifico attraverso il quale questa vitamina agisca, gli effetti clinici sono stati decisamente significativi e tali da incoraggiare verso la sperimentazione più dettagliata di questo elemento nella pratica clinica.

Uso nella pratica sportiva

L'importanza degli integratori di vitamina C nella pratica sportiva è documentata da numerosi studi presenti in letteratura, che ribadiscono gli effetti silenziosi ma fondamentali di questo importante micronutriente.
E' chiaro che in questo caso i vari protocolli integrativi con vitamina C hanno l'intento fondamentale di proteggere le strutture muscolari, tendinee e articolari dall'insulto ossidativo indotto dall'esercizio fisico intenso.
La maggior parte degli studi condotti infatti concentrano la propria attenzione sulla capacità di questo elemento di ridurre sensibilmente i livelli ematici di markers del danno muscolare, preservando indirettamente l'atleta dal rischio di infortuni muscolari e articolari e facilitando la fase di recupero.
Studi condotti su vari atleti di elite (nuotatori, calciatori, giocatori di rugby) sottoposti ad esercizi massimali e a prestazioni particolarmente intense, concordano sull'importante ruolo della vitamina C nel proteggere fibre muscolari e strutture associate dall'ossidazione indotta dalle specie radicaliche prodotte dall'intesa attività fisica.
L'importante risvolto della medaglia si è osservato in atleti carenti in sistemi di protezione antiossidante, nei quali periodi di intenso allenamento si sono associati ad un vistoso calo della performance, all'aumentata incidenza di infortuni e alla temibile sindrome da superallenamento.
E' inoltre importante ribadire che gli effetti protettivi di questa vitamina risultano ulteriormente potenziati dalla concomitante assunzione di altri antiossidanti come la vitamina E e l'acido lipoico.
Seppur la supplementazione con vitamina C non determini importanti miglioramenti della performance o della composizione corporea, come ambito dalla maggior parte degli atleti delle varie discipline, consente di sostenere ritmi di allenamento particolarmente elevati, preservando lo stato di salute dello sportivo.

Dosaggi

Gli studi presenti in letteratura propongono dosaggi molto vari compresi nell'ampio range che va dai 200 mg ai 1500 mg giornalieri, quantità decisamente superiore al fabbisogno giornaliero di un individuo normale.
Per questo sarebbe utile attenersi alle indicazioni riportate dalla casa madre dei singoli prodotti, considerando che l'assunzione di dosi superiori al grammo riducono sensibilmente il livello di assorbimento intestinale di questa vitamina, rendendo quindi inutile la supplementazione.

Effetti Collaterali

Le dosi di vitamina C normalmente utilizzate nei protocolli integrativi sembrano rilevarsi privi di effetti collaterali clinicamente rilevanti.
Dosaggi superiori ai 2 grammi giornalieri, dose massima ben tollerata per un adulto, possono associarsi a dolori addominali accompagnati solitamente da diarree profuse, che tendono a scomparire una volta sospesa la terapia.
Resta invece aperta la questione relativa agli effetti a lungo termine dell'assunzione di vitamina C, potenzialmente pericolosa per la comparsa di calcoli renali.
E' comunque importante non eccedere la dose consigliata e rivolgersi al medico in caso di uso prolungato oltre le 6-8 settimane, in gravidanza e durante l'allattamento.


Articolo a cura del Dr. Davide Racaniello

Studi - Bibliografia

J Sports Med Phys Fitness. 2010 Sep;50(3):356-62.
Oxidative stress biomarkers response to high intensity interval training and relation to performance in competitive swimmers.
Deminice R, Trindade CS, Degiovanni GC, Garlip MR, Portari GV, Teixeira M, Jordao AA.

Cell Biochem Funct. 2010 Jun;28(4):300-5.
Oral vitamin C and E combination modulates blood lipid peroxidation and antioxidant vitamin levels in maximal exercising basketball players.
Naziroğlu M, Kilinç F, Uğuz AC, Celik O, Bal R, Butterworth PJ, Baydar ML.

Br J Nutr. 2010 Apr;103(8):1179-84. Epub 2009 Dec 15.
Dietary antioxidant restriction affects the inflammatory response in athletes.
Plunkett BA, Callister R, Watson TA, Garg ML.

Scand J Med Sci Sports. 2010 Aug;20(4):600-8. Epub 2009 Aug 23.
Plasma antioxidant responses and oxidative stress following a soccer game in elite female players.
Andersson H, Karlsen A, Blomhoff R, Raastad T, Kadi F.

Br J Nutr. 2004 Sep;92(3):461-8.
Antioxidant vitamin status in high exposure to oxidative stress in competitive athletes.
Rousseau AS, Hininger I, Palazzetti S, Faure H, Roussel AM, Margaritis I.

L'ascorbato di sodio è meno acido rispetto all'acido ascorbico puro, anche al gusto. La minore acidità di questo prodotto può diminuire i disturbi che alcune persone sensibili lamentano a livello gastrico dopo assunzione di acido ascorbico puro. Ogni grammo di ascorbato di sodio fornisce all'organismo circa 890 milligrammi di Acido L Ascorbico (vitamina C) e 110 mg di sodio.

Esistono evidenze scientifiche secondo le quali l'integrazione di vitamina C può risultare utile per:

  • migliorare le difese antiossidanti dell'organismo, proteggendolo contro il danno ossidativo indotto dai radicali liberi;
  • potenziare le difese immunitarie;
  • proteggere dagli effetti negativi di stress e sovrallenamento;
  • migliorare l'assorbimento intestinale del ferro contemporaneamente assunto;
  • migliorare e stimolare il metabolismo corporeo, viste le innumerevoli reazioni biochimiche alle quali partecipa;
  • proteggere dalle malattie cardiovascolari;
  • prevenire l'invecchiamento cutaneo precoce;
  • migliorare la resistenza dei capillari, rafforzando il microcircolo e prevenendo disturbi da aumentata fragilità capillare ed insufficienza microcircolatoria (edemi, ritenzione idrica, cellulite, microteleangectasie ecc.).
  • ridurre lo stato infiammatorio dell'organismo (che accompagna moltissime malattie metaboliche, come obesità, insulino-resistenza e sindrome metabolica)
  • Megadosi di sodio ascorbato possono quindi elevare in maniera eccessiva l'apporto sodico, risultando comunque innocue per le persone sane ma potenzialmente pericolose per quelle che che seguono diete povere di queste minerale. In tal caso andrebbe preferito l'ascorbato di potassio, che per ogni grammo di acido ascorbico fornisce all'organismo 175 mg di potassio. L'ascorbato di potassio si può ottenere per soluzione estemporanea a freddo in acqua di Acido Ascorbico e Bicarbonato di Potassio.
Valore energetico Kcal
Kj
Per 100 g Per misurino RDA*
Proteine g 0 0 E-
Carboidrati g 0 0 E-
Grassi g 0 0 -E
Ascorbato di sodio g 100 0,190 -
Vitamina C g

100

0,16 16%
         

*RDA= Razione giornaliera raccomandata, intesa come dose massima ammessa dal ministero della salute

Ascorbato di sodio
si consiglia di assumere un misurino di prodotto pari a 190 mg di ascorbato di sodio al giorno, corrispondenti a 156 mg di vitamina C. Versare la polvere in acqua naturale e mescolare per il tempo necessario a disperdere il prodotto. Questo integratore non contiene additivi o dolcificanti, ma solamente ascorbato di sodio purissimo.
non eccedere la dose consigliata. In caso di uso prolungato oltre le 6-8 settimane, in gravidanza e durante l'allattamento è necessario il parere del medico. Il prodotto è controindicato al di sotto dei 12 anni. Tenere il prodotto - Ascorbato di sodio in polvere - lontano dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Gli integratori di ascorbato di sodio non vanno considerati come sostituti di una dieta variata e di un sano stile di vita
Accedi alla pagina certificazioni per visualizzare le informazioni relative alle materie prime utilizzate nei nostri integratori

Fai una domanda su Ascorbato di sodio in polvere

I nostri esperti rispondo alle tue domande su Ascorbato di sodio in polvere. Per domande su ordini, spedizioni, pagamenti ecc. clicca qui.

Domanda inviata. Quando la tua domanda verrà approvata riceverai una notifica via email.

Indice Risposte

Risposte alle voste domande su Ascorbato di sodio in polvere

Differenza tra Acido Ascorbico e Vitamina C

29/08/2013 11:34

Volevo sapere la differenza tra acido ascorbico e l'ascorbato di sodio visto che sono tutte e due vitamine C. Potreri mischiare questi due prodotti assieme per integrarli? e meglio integrare ascorbato di sodio o acido ascorbico?

Buongiorno, la vitamina C "pura" è l'acido ascorbico (o più correttamente acido-L-ascorbico). L'ascorbato di sodio (o sodio ascorbato) è invece il sale di sodio dell'acido ascorbico. Il sodio ascorbato, rispetto alla Vitamina C pura, è meglio tollerato a livello gastro-intestinale e presenta un sapore meno aspro; tuttavia nel sodio ascorbato la vitamina C è legata al sodio. Quindi in un grammo di sodio ascorbato non abbiamo il 100% di vitamina C, ma una parte di acido ascorbico (89% circa) ed una parte di sodio (11% circa). La scelta tra vitamina C pura e i suoi sali (oltre all'ascorbato di sodio, esistono anche l'ascorbato di potassio, di magnesio ecc.) è soggettiva; ad esempio chi integra con alte dosi, ha problemi di acidità di stomaco o per altre ragioni non tollera la vitamina C, preferisce l'ascorbato di sodio; chi però vuole ridurre il sodio e/o aumentare l'apporto di altri minerali si orienta su sali alternativi della Vitamina C, come l'ascorbato di potassio o quello di magnesio.

Acido ascorbico assunto insieme a liquidi caldi

27/02/2014 12:54

Buogiorno, avrei bisogno di sapere se l'ascorbato di sodio può essere consumato con latte caldo o in un piatto caldo (brodo, pasta, etc...). Grazie.

Buongiorno, essendo l'acido ascorbico una vitamina termolabile, se la polvere viene sciolta in un liquido caldo perderà parte della sua attività. In questa tabella trova alcuni dati indicativi sulla perdita percentuale in relazione alla temperatura: http://www.my-personaltrainer.it/vitamine-cottura.html Cordiali saluti

Prezzo Acido Ascorbico

07/04/2014 10:48

Buongiorno, acquisto da voi Acido Ascorbico ormai da anni e questa mattina avevo bisogno di effettuare un nuovo ordine. Vorrei però conferma che la confezione di Acido Ascorbico che ho trovato (1 Kg - 20 bustine da 50 gr € 15,00) sia effettivamente quella che ho sempre acquistato, e cioè acido ascorbico puro. (mi ricordavo di pagarla di più, non vorrei fosse cambiata la composizione) Aspetto una vostra cortese conferma prima di effettuare l'ordine. Grazie, saluti cordiali Paola Freddi (338-6962867)

Buongiorno, il prodotto e la materia prima sono rimasti gli stessi. Semplicemente, grazie agli ottimi volumi di vendita, abbiamo potuto abbassare il costo del nostro integratore di vitamina C in polvere. Cordiali saluti