LABORATORI BIOLINE - INTEGRATORI PER LO SPORT E LA VITA ATTIVA

Chiusura Natalizia dal 24/12/2014 al 06/01/2015. Durante questo periodo NON verranno effettuate spedizioni

Potassio Bicarbonato

Azienda: BIOLINE
Prodotto Codice: 59BIOLINE
Disponibilità: Disponibile
Potassio Bicarbonato
€ 11,50 IVA inc. Prezzo Bioline
Formati disponibili

Quantità:
  Aggiungi al carrello


Prodotto alimentare in polvere a base di Potassio Bicarbonato 100% E501 (II).
+ Prodotti originali Materie prime certificate. Produzione 100% Made in Italy
+ Spedizione veloce e sicura entro 24/48 ore con corriere espresso SDA o GLS, a soli 6€
+ Sconti e promozioni Spedizione gratis ordini > 100€
Sconto 2% per ordini > 150€
Sconto 4% per ordini > 200€
Sconto 6% per ordini > 250€


Potassio

Ruolo biologico

Il potassio è un elemento essenziale per l'organismo umano, dal momento in cui la corretta funzionalità di  singole cellule e di interi apparati dipende dalle concentrazioni di questo elemento.
Frutta e verdura rappresentano le principali fonti di questo minerale, che se consumate regolarmente e nella giusta quantità riescono a soddisfarne il suo fabbisogno senza particolari problemi.
L'importanza del potassio per la sopravvivenza dell'organismo umano è giustificata dal suo ruolo chiave nel mantenimento del potenziale di membrana, che consente alla cellula di funzionare nel modo corretto.
Concentrandosi prevalentemente al livello extra cellulare, il potassio rappresenta il principale catione dei fluidi extracellulari, e il mantenimento di questo equilibrio impiega circa il 20 – 40% del dispendio energetico a riposo.
Per render idea dell'importanza del mantenimento di questo equilibrio, si pensi che la trasmissione degli impulsi nervosi, la contrazione muscolare o la funzionalità cardiaca, dipendono strettamente dal suddetto bilanciamento le cui turbe possono compromettere seriamente lo stato di salute del paziente.
A queste vitali funzioni si aggiunge il ruolo metabolico del potassio, coinvolto nel controllo della funzionalità enzimatica soprattutto relativa al metabolismo glucidico.

Uso nella pratica sportiva

L'utilizzo degli integratori di potassio nella pratica sportiva si è diffuso grazie alle differenti formulazioni tra le quali cloruri, citrati, gluconati, bicarbonati, aspartati, oratati, che garantiscono ottimi livelli di assorbimento intestinale.
L'utilizzo del potassio in ambito sportivo è spesso correlato all'uso di integratori reidratanti ma in realtà è in grado di agire non solo migliorando e sostenendo i livelli di idratazione ma anche :

  • Sostenendo le capacità contrattili muscolari, tanto che eccesive quantità di questo elemento possono associarsi ad ipereccitabilità muscolare con conseguenze anche gravi per la salute dell'atleta;
  • Contrastando l'effetto affaticante dell'accumulo di acido lattico al livello locale;
  • Esercitando un effetto vasodilatatore periferico sulle arteriole del muscolo sottoposto a sollecitazione, come osservato in vari modelli sperimentali;
  • Ridurre il rischio di ipopotassiemia indotta dall'eccessiva sudorazione, responsabile di affaticamento, debolezza muscolare e crampi.

Dosaggi

Data l'importanza del mantenimento del corretto equilibrio di questo minerale, è evidente che i protocolli integrativi dovrebbero stabilire la quota opportuna da integrare in base alle esigenze dell'atleta e alla quantità introdotta attraverso l'alimentazione.
E'importante in questo caso, richiedere il parere del proprio medico affinchè valuti attentamente la situazione e definisca eventualmente la necessità e quindi il dosaggio corretto da assumere.

Effetti Collaterali

Così come l'ipopotassemia, molto frequente nei pazienti trattati con diuretici o in seguito a imponente disidratazione, è responsabile di seri effetti collaterali anche l'iperpotassemia, frequente nei pazienti affetti da patologie renali può determinare alterazioni della sensibilità delle estremità degli arti, alterazioni del ritmo cardiaco e nei casi più gravi anche arresto cardiaco.
Tra le reazioni avverse all'ingestione acuta di potassio, le più importanti interessano quelle gastro-intestinali con la comparsa di dolori crampiformi, diarrea e vomito.
E' comunque importante non eccedere la dose consigliata e rivolgersi al medico in caso di uso prolungato oltre le 6-8 settimane, in gravidanza e durante l'allattamento.


Articolo a cura del Dr. Davide Racaniello

Studi - Bibliografia

Biol Trace Elem Res. 2002 Jan;85(1):1-22.
Measurements in potassium-supplemented athletes during and after hypokinetic and ambulatory conditions.
Zorbas YG, Kakurin VJ, Kuznetsov NA, Yarullin VL, Andreyev ID, Charapakhin KP.

Acta Astronaut. 2002 May;50(10):641-51.
Effect of fluid and salt supplementation on body hydration of athletes during prolonged hypokinesia.
Zorbas YG, Petrov KL, Yarullin VL, Kakurin VJ, Popov VK, Deogeneov VA.

Exp Physiol. 2007 Jul;92(4):705-15. Epub 2007 Apr 13.
The relationships between plasma potassium, muscle excitability and fatigue during voluntary exercise in humans.
Shushakov V, Stubbe C, Peuckert A, Endeward V, Maassen N.

Med Sci Sports Exerc. 2003 Dec;35(12):2005-12.
Potassium potently relaxes small rat skeletal muscle arteries.
De Clerck I, Boussery K, Pannier JL, Van De Voorde J.

---
---
Potassio Bicarbonato E501 (II).
---
---
Accedi alla pagina certificazioni per visualizzare le informazioni relative alle materie prime utilizzate nei nostri integratori

Fai una domanda su Potassio Bicarbonato

I nostri esperti rispondo alle tue domande su Potassio Bicarbonato. Per domande su ordini, spedizioni, pagamenti ecc. clicca qui.

Domanda inviata. Quando la tua domanda verrà approvata riceverai una notifica via email.

Indice Risposte

Risposte alle voste domande su Potassio Bicarbonato

Acido ascorbico e bicarbonato di potassio

28/11/2012 18:11

Questa polvere di bicarbonato di potassio può essere mischiata con quella dell'acido ascorbico?

Buongiorno, dalla reazione tra le due polveri, secondo le leggi della chimica, si ottiene l'ascorbato di potassio con liberazione di anidride carbonica (effervescenza temporanea) ed acqua. Cordiali saluti

Percentuale di potassio elementare nel bicarbonato di Potassio

11/02/2013 11:49

Buongiorno, volevo sapere nel Bicarbonato di potassio quale è la percentuale di potassio?

Buongiorno, la percentuale di potassio elementare è pari a circa il 39%. Ciò significa che ogni grammo di potassio bicarbonato apporta all'incirca 390 mg di potassio

Modo d'uso del Potassio Bicarbonato

14/04/2013 13:09

buongiorno, qual'è il modo d'uso di potassio bicarbonato?

Buongiorno, il potassio bicarbonato riconosce svariati impieghi in campo alimentare. Può essere infatti utilizzato come: integratore di potassio, antiacido (contro l'acidità di stomaco), alcalinizzante urinario, in aggiunta all'acido ascorbico per dare ascorbato di potassio (un sale della vitamina C, meglio tollerato a livello gastrico rispetto alla vitamina C pura). per dare effervescenza ad una bevanda (a contatto con l'acqua libera anidride carbonica, con la formazione delle caratteristiche bollicine), per la lievitazione degli alimenti, come correttore di pH... Nel caso di utilizzo in campo alimentare, si tenga presente che ogni grammo di potassio bicarbonato, apporta circa 400mg di potassio, a fronte di un fabbisogno quotidiano di 4 grammi. Di conseguenza viene normalmente assunto in dosi di 2-4 grammi al giorno, da sciogliere in acqua. Cautela nei pazienti con patologie renali, diabete o in cura con diuretici risparmiatori di potassio (es. amiloride, spironolattone, triamterene). L'eccesso di potassio può provocare astenia, crampi muscolari, ipotensione e bradicardia sino al'arresto cardiaco. Per questo è buona regola ottenere la preventiva approvazione del medico all'integrazione alimentare con potassio bicarbonato

Proporzioni Acido Ascorbico e Bicarbonato di potassio

11/03/2014 08:46

Buon giorno, quali sono le proporzioni fra Acido Ascorbico e Bicarbonato di Potassio per prepararsi dell'Ascorbato di Potassio? Grazie.

Buongiorno, affinché la reazione avvenga completamente l'acido ascorbico dev'essere presente in proporzioni di circa 1,8 volte la parte di potassio bicarbonato. Quindi se abbiamo 180mg di vitamina C la quantità di bicarbonato di potassio dovrà essere di circa 100mg.

Grazie per la tempestiva e precisa risposta. Se si dovesse eccedere col Bicarbonato di Potassio potrebbero annullarsi i benefici dell'una e dell'altra sostanza? Grazie.

Buongiorno, se mette più bicarbonato di potassio avrà semplicemente un eccesso di tale reagente, per cui otterrà tutta la vitamina C trasformata in ascorbato di potassio + una certa quota residua di bicarbonato di potassio tal quale (+ chiaramente l'anidride carbonica che si libera dalla reazione e dà origine all'effervescenza). Se invece mette meno bicarbonato di potassio, avrà una parte di vitamina C trasformata in ascorbato di potassio ed una parte residua di acido ascorbico non salificato (+ chiaramente l'anidride carbonica che si libera dalla reazione e dà origine all'effervescenza). La formula è questa: La formula è questa C6H8O6 + KHCO3 --> C6H7O6K + H2O + CO2 Pesi molecolari C6H8O6 = 176.12 g/mol KGCO3 = 100.12 g/mol

Bicarbonato di Potassio + Succo di Limone

05/09/2014 13:58

Un cucchiaio da caffè di bicarbonato di potassio assunto con succo di 3 limoni in un mezzo L di acqua può essere una giusta dose giornaliera? Per una persona sana.

Buongiorno, come indicato nelle precedenti risposte, bisogna tener presente che ogni grammo di potassio bicarbonato apporta circa 400mg di potassio, a fronte di un fabbisogno quotidiano di 4 grammi per un adulto. Dal momento che bisogna tener conto anche dell'apporto alimentare, il prodotto viene normalmente assunto in dosi di 2-4 grammi al giorno. Un cucchiaino da caffè dovrebbe essere intorno ai 4/5 grammi, ma per un dato preciso occorerebbe pesarlo. Il succo di limone arricchisce la bevanda di vitamina C (che diventa ascorbato di potassio) e acido citrico (citrato di potassio), aumentandone il potere alcalinizzante. 3 limoni ci sembrano comunque troppi, mezzo limone potrebbe già essere sufficiente. Cautela nell'uso di bicarbonato di potassio va posta in pazienti con patologie renali, diabete o in cura con diuretici risparmiatori di potassio (es. amiloride, spironolattone, triamterene). L'eccesso di potassio può provocare astenia, crampi muscolari, ipotensione e bradicardia sino al'arresto cardiaco. Per questo è buona regola ottenere la preventiva approvazione del medico all'integrazione alimentare con potassio bicarbonato.

Proporzioni Acido Ascorbico - Bicarbonato di Potassio

26/11/2014 12:28

Buongiorno, in riferimento alla preparazione dell'ascorbato di potassio, unione di acido ascorbico e potassio bicarbonato in una domanda precedente scrivete (proporzione 1,8:1) 180mg di acido ascorbico con 100mg bicarbonato di potassio, mentre ho trovato questo: (proporzione 1:2) 150mg di acido ascorbico con 300mg bicarbonato di potassio, non comprendo questa differenza, potete spiegarmi grazie

Buongiorno, come segnalato in una precedente risposta, affinché tutto l'acido ascorbico venga trasformato in ascorbato di potassio occorre ALMENO 1 grammo di bicarbonato di potassio ogni 1.8 grammi di acido ascorbico. Se lei mette meno bicarbonato di potassio, le rimane una parte di acido ascorbico che non si è trasformata in ascorbato di potassio perché non c'era abbastanza bicarbonato di potassio. Se invece lei mette più potassio bicarbonato. come suggerito nella fonte da Lei riportata (che ne mette 2 grammi per grammo di Vit. C), otterrà che tutto l'acido ascorbico si trasforma in ascorbato di potassio, in più in soluzione le rimane anche una parte di bicarbonato di potassio che "avanza" dalla reazione. Forse l'autore a cui fa riferimento suggerisce proporzioni 1:2 per ottenere una soluzione più alcalina o perché ritiene siano necessari quei particolari quantitativi di potassio per il benessere dell'organismo.